info@pp-dental.com
Via Savoia 80, Roma 00198

Corso protesi fissa

Durante i 13 incontri sarà analizzato il percorso diagnostico-terapeutico di soggetti candidati alla riabilitazione protesica sulla base delle conoscenze più attuali, secondo anche i principi del Prof. Slavicek e del Dr. John Kois.

Il percorso formativo, che include una parte teorica ed una parte pratica, prevede una formazione orientata alla riabilitazione protesica estetico-funzionale ed implantare. Ampio spazio sarà riservato alla Funzione Masticatoria e ATM, pilastro su cui si basa ogni riabilitazione protesica di successo. Sarà esaminato a fondo l’aspetto del trattamento dei restauri protesici incongrui che ricopre circa l’80% dell’attività del protesista; infatti le richieste della gran parte dei pazienti riguardano proprio la sostituzione di quei restauri non più compatibili con le attuali esigenze, rappresentando quindi la vera sfida per lo staff clinico-odontotecnico.
Per ottimizzare l’apprendimento ogni corsista potrà selezionare un caso da trattare, da presentare e discutere nell’Interactive Session.
Il training comprende anche sessioni di Coaching individuali al fine di orientare il professionista al raggiungimento di obiettivi non solo “clinici” (Hard Skill), ma anche di performance professionali, di business e relazionali con il paziente. Questa sessione è tesa ad ampliare le Soft Skill distintive del professionista con metodologia certificata Extended Disc.
Il progetto prevede anche una formazione in ambito manageriale e di gestione dei costi della propria attività di business. La sessione è tesa a gestire il ritorno sugli investimenti.

OBIETTIVI

Il percorso didattico annuale si propone di formare il discente a 360° su basi funzionali, implantoprotesiche ed estetiche. Alla fine del percorso il discente avrà acquisito una visione interdisciplinare con cui approcciare i diversi casi clinici e le competenze per poter risolvere anche i casi più complessi: la vera sfida per ogni protesista. Il corso ha altresì l’obiettivo di fornire linee guida condivisibili dal medico-tecnico: binomio imprescindibile per il successo finale.

Durante il percorso formativo il discente avrà inoltre l’opportunità di sviluppare le proprie “soft skills” per un migliore approccio con il paziente e la gestione del rapporto con esso a lungo termine e acquisirà le competenze manageriali di base per la gestione dello studio.

DESTINATARI

Il corso si rivolge a:

  • Medici Chirurghi-Odontoiatri
  • Odontotecnici

Elementi di diagnosi: Valutazione clinica, esami strumentali e radiografci.

La diagnostica per immagine nelle disfunzioni delle ATM: La Risonanza Magnetica in Cine, TC, ricostruzioni 3D Cone Beam.

Il piano di trattamento interdisciplinare nei casi disfunzionali e non: Ortodonzia parodontologia e protesi.

Gnatologia: Anatomia e fisiologia dell’ ATM. Diagnosi delle disfunzioni temporo-mandibolari e terapia con placche. Arco di trasferimento, modelli di studio, montaggio in articolatore e setting con cere di centrica. Rivalutazione, molaggio diagnostico in articolatore e rivalutazione clinica.

Ceratura a quadranti: Principi di guida sequenziale, ceratura di analisi e gnatologica.

Gestione della guida anteriore e delle determinanti posteriori.

La posizione della mandibola e la sua relazione con il mascellare: CPM (Condylar-Position-Measurement).

Movimenti mandibolari e la cinematica degli articolatori: CPV (Condylar-Position-Variator).

Il tracciato cefalometrico in protesi per la valutazione delle basi scheletriche: Analisi Scheleto-Dento-Alveolare e valutazione del piano occlusale e delle curve occlusali; Il Set-Up Ortodontico e l’ortodonzia pre-protesica; Analisi Dento-facciale e parametri estetici.

La gestione protesica nei pazienti bruxisti.

Meccanismi di compensazione: Articolare, verticale e dento-alveolare.

Analisi della dimensione verticale: Ruolo, discrepanza e valutazione dei pazienti a rischio di ripristino.

Il riposizionamento mandibolare: Opportunità terapeutica per la verticalizzazione del terzo facciale inferiore.

Parodonto: Scaling e root planning, rivalutazione e diagnosi differenziale con protesi incongrue. Il dente pilastro nel parodonto compromesso e non. Ruolo del provvisorio per il paziente parodontale.

Gummy Smile: Diagnosi dento-scheletrica e terapia interdisciplinare.

La chirurgia parodontale preprotesica: Free Gingival Graft, Root Coverage ed il Crown Lengthening protesicamente guidato.

La preparazione intraoperatoria:
Modalità, guarigione e tempi di attesa per la maturazione del tessuto parodontale trattato.

Preparazioni: Ampiezza biologica, valutazione del rapporto dento-parodontale e posizionamento del margine protesico. Tipo di preparazione e indicazione. La preparazione ed il contorno protesico nel paziente parodontale. La preparazione dei denti con compromissione della forcazione.
Strumentazione rotante ed oscillante. Ricostruzione del pilastro con perno diretto in fibra dell’elemento trattato endodonticamente.

Provvisori:
 L’importanza della terapia provvisoria per il restauro finale: dalla funzione all’estetica. Primi provvisori e indicazione al set di provvisori nelle riabilitazioni complesse: materiali, tecniche e tipologie a confronto.

L’impronta:
 Il porta impronta individuale e l’impronta monofase, l’impronta in due fasi e l’impronta mista ad impianti. Siliconi e polieteri, strumentario, tecniche di depiazzamento del margine gengivale meccaniche e ad elettroconduzione.

Prove cliniche:
Precisione, funzione, estetica, impronte di posizione, rimontaggio.

Cementazione:
 Materiali e tecniche.

Tecniche e tecnologie di laboratorio:
Strategie e pianificazione clinico-tecnica; dal modello al lavoro finale. Materiali, metodi e tecnologie a confronto.

Estetica e Occlusione: Soluzioni in ceramica integrale per pazienti con occlusione a rischio.

Metal Free:
 L’approccio ultraconservativo per le riabilitazioni double arch.

Ceramiche presso-fuse:
 Empress-II, E-max, Monolitico, Cad-On: indicazioni, tecniche di preparazione e di cementazione (follow-up a 11 anni).
Metodiche di laboratorio, prove cliniche e tecniche.

Zirconio:
 Indicazione, preparazione e fasi di lavoro automatizzate.

Ceramiche per faccette ed intarsi:
Ceratura d’analisi, realizzazione del Mock-up e provvisorio. La preparazione guidata, l’impronta e la tecnica di cementazione.

Easy solutions:
 Additionals e faccette cervicali.

Cementazione adesiva:
 I nuovi materiali che semplificano la cementazione in protesi.

Posizionamento implantare e gestione interdisciplinare: Coerenza tra posizione dell’impianto e restauro, strategie e timing per la scelta dell’impianto e suo posizionamento crestale.

Il carico immediato:
 Povvisorio a carico immediato e differito; indicazioni, protocollo, tecniche e materiali.

Platform switching:
 Follow-up a 10 anni.

Condizionamento dei tessuti molli protesicamente guidati:
 La gestione protesica delle aree ad alta valenza estetica; pianificazione ed esecuzione.

L’impronta:
L’impronta modulare (Modular Individual Tray) per denti ed impianti e materiali da impronta.

Estetica in implantoprotesi.

Relatore:
Dr. Piero Simeone

Tutors:
Prof. Giulio Rasperini
Prof. Gregor Slavicek
Prof. Jean Daniel Orthlieb
Odt. Antonello Di Felice
Odt. Salvatore Sgrò
Odt. Daniele Rondoni

Esercitazione pratica di gruppo: Impronte, registrazioni intraorali, arco facciale, montaggio in articolatore e setting.

Dimostrazione pratica su paziente:
 Valutazione dell’ampiezza biologica ed esplorazione del solco crevicolare, preparazione, posizionamento del margine protesico e tecnica di depiazzamento del margine gengivale. Impronta defnitiva in elastomero e analisi del modello realizzato. Ribasatura del provvisorio, rifnitura e cementazione.

KEY FACTS

Relatore: Dr. Piero Simeone

Sede: Roma-Hotel degli Aranci
Via Barnaba Oriani, 11

Inizio: 30 Marzo 2019

Fine: Dicembre 2019

Durata: 13 Lezioni

Crediti ECM: 50 crediti e attestato di partecipazione

Quota di partecipazione medico odontoiatra:
€ 3.600 + iva

Quota di partecipazione odontotecnico:
€ 1.950 + iva